Che cos’è la creatività? …è la capacità di “vedere”…e di “rispondere”
Eric Fromm

C’è qualcosa di davvero speciale nell’atto di creare. Non a caso, tutto cominciò con…la creazione!

Come intuì Eric Fromm, l’atto della creazione implica una visione, e una capacità si dare risposte (la respons-abilità). Questo si estrinseca nell’agire imprenditoriale ed aziendale, nel momento in cui una visione lucida di una situazione porta alla visualizzazione di una possibile risposta. E’ quella che chiamiamo comunemente “idea”. Creare vuol dire essere in grado di realizzare le idee. Non più concetti astratti e perfetti che stanno nell’Iperuranio della filosofia, ma oggetti tangibili e concreti, che vediamo e tocchiamo nel mondo reale.

La realizzazione di un’idea, tanto più in un settore così complesso e sfaccettato come il settore del tessile/abbigliamento necessita di uno sforzo visionario consistente, e di un supporto informatico estremamente solido e calzante.

Con il termine intelligenza artificiale si intende generalmente l’abilità di un computer di svolgere funzioni e ragionamenti tipici della mente umana. Questa è una disciplina dibattuta tra scienziati e filosofi, la quale include aspetti sia teorici che pratici. Nel suo aspetto puramente informatico, essa comprende la teoria e le tecniche per lo sviluppo di algoritmi che consentano alle macchine (tipicamente ai calcolatori) di mostrare un’abilità e/o attività intelligente, almeno in domini specifici.

Uno dei problemi principali dell’intelligenza artificiale è quello di dare una definizione formale delle funzioni sintetiche/astratte di ragionamento ed apprendimento dell’uomo, per poter poi costruire dei modelli computazionali che li concretizzano e realizzano.

Nel corso degli anni Domina ha partecipato direttamente o indirettamente a svariati progetti europei che hanno a vario titolo a che fare con la creatività, e con la realizzazione di applicativi “intelligenti” per lo sviluppo di nuovi prodotti / articoli.

Questi applicativi consentono al personale aziendale dedito allo sviluppo ed alla creazione di nuove linee produttive, nuovi articoli o prodotti, di simulare e creare astrattamente a video.

In questo modo, senza dover produrre realmente del materiale, sarà possibile ricreare virtualmente un oggetto, con evidenti vantaggi in termini di:

  • Ridotti costi di campionatura
  • Aumentata capacità di produzione, anche per linee di prodotti di piccola entità (one-shot products)
  • Aumento della competitività e della gamma di produzione
  • Personalizzazione della produzione

Domina ha sviluppato molto progetti di ricerca che hanno affrontato e risolto alcuni aspetti della linea di ricerca sulla creazione e la realizzazione della creatività.

Dettaglio progetti:

ARTISAN

Il progetto è indirizzato alla progettazione e all’implementazione di un’infrastruttura interoperabile, che comprende componenti per sistemi di gestione aziendale che controlleranno l’uso di energia e i modelli di consumo dei prodotti e servizi in condizioni di continuità. Fornirà strumenti di supporto decisionale per la progettazione collaborativa, algoritmi di intelligenza computazionale per la riduzione al minimo in tempo reale dei consumi energetici, e indici di produttività per misurare il rendimento energetico.

CORENET

L’obiettivo del progetto è quello di affrontare le esigenze dei consumatori e le aspettative di un’ampia gamma di cittadini europei oltre a specifici gruppi target (come gli anziani, gli obesi, i diabetici, o i portatori di handicap), fornendo piccole serie di abiti funzionali e alla moda e di calzature di alta qualità, prezzo accessibile ed eco – compatibili. All’interno del quadro CoReNet tutti i partner dei settori di creazione di valore diventeranno in grado di coordinare i processi di creazione di valore, con il consumatore finale come attore – guida.

FUTURE FASHION DESIGN (FFD)

Il progetto Future Fashion Development (FFD) ha come obiettivo principale quello di consentire ai team di sviluppo di moda di esprimere tutto il loro potenziale di creatività in un mondo virtuale di rappresentazioni 3D ricco, aperto e collaborativo via web, dove la virtualità è molto vicina alla realtà e il tempo per la produzione di una collezione completa è ridotto in modo significativo.

LEAPFROG IP

Il progetto ha l’obiettivo principale di coordinare la conoscenza multidisciplinare e le attività di ricerca innovative nel settore dell’Industria Tessile Europea. Il progetto, guidato da Euratex (European Apparel and Textile Organisation), affronta temi riguardanti le aree NPM (Nanotecnologie, Materiali e Produzione) ed IST (Informazione Società e Tecnologia) indirizzando la ricerca nello sviluppo e nell’implementare di nuovi modi di preparazione dei tessuti per la produzione, di nuovi sistemi di manifattura automatizzata, nella realizzazione di prototipi virtuali di vestiti e quindi di integrare queste nuove evoluzioni nella catena di produzione tessile.

MICRODRESS

Il progetto mira ad allargare le possibilità di una personalizzazione (fattibile) degli indumenti per uomini, donne e bambini, in modo da introdurre per la prima volta la funzione di personalizzazione su misura del vestiario, così come la scelta da parte del cliente del grado di presenza di materiali “eco”. Le sfide legate ad entrambi gli aspetti di valore aggiunto verranno affrontate in modo da dimostrare questi concetti all’interno di una struttura pragmatica basata su due distinti business/modelli di supply chain (catena di fornitori):

  • Estensione del modello esistente di personalizzazione di massa di un Brand internazionale
  • Espansione di un modello innovativo di personalizzazione di massa (micro – manifatture), che ha come obiettivo delle PMI innovative.

VERVE

Lo studio ha l’obiettivo di verificare la fattibilità tecnica di un progetto di ricerca avente per oggetto le soluzioni tecniche e di processo necessarie allo sviluppo successivo di un sistema di progettazione collaborativa e di rappresentazione virtuale in 3D di un prodotto e / o campione di semilavorato (filato e / o tessuto) e di un capo finito indossato. Tale sistema dovrà essere supportato da un processo interattivo in grado di simulare graficamente il suo aspetto, le relative caratteristiche qualitative e il loro comportamento meccanico, in base alle diverse morfologie del corpo umano, al tipo di materiale utilizzato, al colore, alla struttura, al disegno del tessuto, al taglio e ai processi di lavorazione e di nobilitazione scelti.

VERVE – progetto di ricerca 

La ricerca ha per obiettivo lo sviluppo di una strumenti innovativi per la progettazione virtuale integrata in 3D e per la rappresentazione del prodotto / campione tramite un processo di simulazione interattiva del suo aspetto, delle sue caratteristiche qualitative e del comportamento meccanico.
Il progetto di ricerca e sviluppo sperimentale dovrà definire strumenti ed applicazioni in grado di implementare un innovativo metodo di progettazione del prodotto, capace di coinvolgere i diversi attori del design tessile dalle fasi iniziali fino alla presentazione del prodotto al mercato (dal produttore di filato e accessori al cliente finale/confezionista).